Dragon Quest XI S Echi di un’Era Perduta Definitive Edition approda su Switch!

Sticky POSTED BY Nicola 27 Settembre 2019 in Recensione
Post thumbnail

Oggi, 27 settembre, il catalogo Switch si arricchisce con il nuovo capitolo di uno degli Jrpg più famosi: Dragon Quest XI S Definitive Edition.

Questa nuova versione, uscita con ben un anno di ritardo rispetto a quella PS4, si presenta come un vero e proprio remake dell’omonimo capitolo, poiché non si tratta di una semplice trasposizione sulla console ibrida Nintendo, ma porta con sè delle migliorie grafiche non indifferenti, la possibilità di cambiare modalità da 2D a 3D a piacimento e una colonna sonora più curata, con l’aggiunta di brani in versione orchestrale.

Il protagonista della trama è un ragazzo cresciuto in un villaggio di pescatori, messo in salvo e abbandonato dalla madre quando era ancora in fasce per scampare all’agguato di forze oscure. Ben presto però il giovane scoprirà di essere la reincarnazione di un eroe che compare in concomitanza al ritorno del Signore Oscuro, e verrà allontanato dal villaggio, in quanto considerato simbolo di sventura.

Da questo momento si ritroverà a vagare per il mondo di gioco, esplorando zone dall’ispirazione notevole (fra tutte come non ammirare i riferimenti alla bellissima Venezia) e vivendo in prima persona delle avventure emozionanti e coinvolgenti. I neofiti della saga non potranno non notare le evidentissime somiglianze con i personaggi di Dragon Ball: a curarne il design è come sempre infatti il celebre Akira Toriyama. Responsabile della trama, questa volta meno canzonatoria e spensierata rispetto agli altri capitoli, è Yuji Horii.

Il combattimento è a turni, come quello dei classici rpg che già conosciamo, e le mappe di gioco non saranno in formato Open World, ma consisteranno in vaste aree esplorabili a piedi o a cavallo. Città, grotte, vaste praterie sono solo alcuni dei tanti curatissimi scenari che ci troveremo davanti. Il tempo necessario per completare la storia e le missioni secondarie è circa di 88 ore; per gli amanti del completamento invece, parliamo di oltre 120 ore!

Dragon Quest XI S Definitive edition ha questo e molto, molto altro da offrire, dimostrando ancora una volta che un bel gioco, nel 2019, sopravvive anche senza adattarsi necessariamente al mercato, ma può anche riproporre degli elementi già visti, se pur solidi e curati.

Nicola “Hozon” Caputo

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *